EFFETTO VIRUS E RISCHIO VITA: EVITAZIONE ISTERICA E CONSAPEVOLEZZA RESPONSABILE

What do you want to do ?

New mail

Analizzare le conseguenze della propria morte, come evento possibile, impegna emotivamente a tal punto da rimandare scaramanticamente nel tempo la sola disponibilità a rispondere a domande come: “Cosa succederebbe al mio patrimonio, se venissi improvvisamente a mancare?”, “Se venissi improvvisamente a mancare, lascerò adeguatamente tutelata la mia famiglia?”, “cosa fare?”, “come farlo?”…

Ma ora ci troviamo davanti ad uno di quegli eventi che potrebbero modificare la percezione dello stato delle cose: il virus personifica proprio l’ineluttabilità dell’accadimento, l’incertezza del futuro, la possibilità cioè che la nostra strada possa venire interrotta in qualsiasi momento, mentre siamo impegnati a vivere. La minaccia incombente del Covid-19 è lì a ricordarci che potremmo non vivere per sempre!

La paura e l’isteria dei mercati finanziari potrebbe spostare l’interesse dei risparmiatori dall’accrescimento della ricchezza, alla protezione del nucleo familiare. Da qui a porsi la questione di cosa si lascia ai cari sopravvissuti e in quali condizioni li si lascia, il passo dovrebbe essere diretto, e destinato ad invertire la tendenza della gente a procrastinarne la soluzione.

La prima, istintiva risposta è quella di evitare la possibilità dell’accadimento, e si tenta la fuga: questa è una risposta comportamentale di massa, come sempre, quando le cose sembrano volgere al peggio e il comportamento del singolo imita il comportamento di altri e viene da essi a loro volta imitato, dando avvio a quello che comunemente si chiama “effetto gregge”, né più né meno quello che accade anche in borsa quando scoppiano le bolle speculative! Qui però è in gioco non la borsa, ma la vita, con tutto ciò che è ad essa correlato: stato dell’esistenza, famiglia, affetti, patrimonio…

Ma, una volta superato il momento e dissolta la reazione isterica della paura, tornerà tutto come prima, o quest’esperienza si inscriverà nel profondo della mente, imprimendo maggiore consapevolezza del proprio stato dell’esistenza e dei valori che essa concretamente produce? L’aver riscoperto quanto sia importante nella vita e nelle relazioni abbracciare, condividere spazi e attività, trasmettersi reciprocamente emozioni, condividerle; l’unione intima con gli amici e la famiglia, che danno significato alla nostra esistenza – tanto quanto la ricchezza, la tutela, la prosperità del nucleo familiare e del patrimonio ne rappresentano l’elemento identitario – dovrebbe poter condurre a considerare con maggior responsabilità gli elementi oggettivi di sicurezza e tutela della famiglia e della patrimonialità che ad essa verrà trasmessa.

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail