EUFORIA, PANICO ED “EFFETTO GREGGE”

L’uomo – come si dice – è un “animale sociale”, intendendo per tale che la sua vita è fatta di relazioni e di comunicazione con i simili. Per questo, in quanto esseri umani, è facile lasciarsi influenzare dal pensiero comune e dal comportamento delle persone con cui siamo in relazione.

Spesso accade anche con le decisioni finanziarie. Capita di accorgersi che in un dato momento la maggioranza degli investitori agisce in un determinato modo, si è presi allora dal dubbio che nei mercati stia succedendo qualcosa che ci sfugge e si finisce perciò col seguire in modo acritico il comportamento comune, invece di chiedersi se sia giusto, in base agli obiettivi che ci si è posti… In questi casi, accade spesso di vedere correre tutti nella stessa direzione,  ed emotivamente finire col seguire gli altri senza valutare attentamente le informazioni a disposizione!

E’ questo il meccanismo per cui a volte i mercati finanziari sono invasi dall’euforia, o quando si genera panico: ognuno, preoccupato di perdere opportunità o di subire perdite, tende a fare esattamente ciò che fanno gli altri, rischiando di comprare a prezzi troppo alti o vendere a prezzi troppo bassi. In realtà, è regola generale che se un trend di investimento è in atto da tempo, può darsi che non sia più opportuno entrarvi, oppure uscirvi!

Le mode in finanza sono quanto di peggio possa palesarsi per un investitore, nelle quali è spinto emotivamente a seguire una tendenza.. ma proprio perché “moda”, non significa che essa corrisponda a ciò che sia giusto per lui.

L’investimento – come tutto nella vita – è un progetto da realizzare, un percorso da percorrere, una ipotesi da verificare, una scommessa da vincere, per questo prima di investire occorre  valutare a mente serena la propria situazione finanziaria, se abbiamo identificato gli obiettivi personali da conseguire attraverso il nostro personalissimo investimento, e abbiamo ben presente il rischio che siamo disposti ad assumerci e per quanto tempo, siamo anche in grado di considerare in ogni momento – magari grazie al supporto di un consulente finanziario – le alternative disponibili e tenere sempre sotto controllo la situazione. Questo consente di rimanere sereni e “distaccati” di fronte al comportamento spesso irrazionale della massa, motivato da panico o da euforia, ed evitare di rimanerne vittime.

Perciò permettimi di darti alcuni semplici suggerimenti :

Sii indipendente e anticonformista, autonomo nelle scelte. Non fidarti delle mode o del comportamento della massa; rimani realisticamente agganciato alle tue decisioni e al tuo stile di investimento, rimanendo consapevole delle tue vere esigenze, per le quali valuta sempre bene la situazione, prima di effettuare qualsiasi scelta e chiediti sempre se essa sia in linea con il tuo progetto d’investimento. Resisti alla spinta di reagire impulsivamente a qualcosa che sta accadendo nei mercati e di cui non hai chiara comprensione, ma basati sempre su informazioni la cui fonte sia affidabile e controllabile; tenendo tuttavia presente che accogliendo previsioni di “guru” finanziari e analisti, nella misura in cui queste previsioni vengono accolte dai mercati,  possono diventare “profezie” che si auto-avverano… il che ancora una volta non significa che siano vere!